Analisi del degrado su edifici vincolati dal codice dei beni culturali L.42/2004 e s.m.

EDIFICI PUBBLICI

Analisi del degrado finalizzata al Progetto di restauro conservativo dei ruderi della chiesa di San Martino a Gazzadina di Meano (Trento); committente dei lavori: Comune di Trento – Servizio Restauri; incarico ricevuto da impresa Tecnobase s.r.l. – Lamar di Gardolo (Trento).
NOVEMBRE 2002 – GENNAIO 2003


Analisi del degrado finalizzata al Progetto di restauro conservativo del Bastione di Riva (Trento). Progettista incaricato: arch. C. Salizzoni, arch. C. D’Agostino; committente: Provincia di Trento – Servizio Beni Culturali Ufficio Beni Monumentali e Architettonici.
MAGGIO 2001 – LUGLIO 2002


Analisi del degrado finalizzata al Progetto di restauro della Torre Campanaria Medievale detta Torre Costede a Trento. Progettisti incaricati del progetto: arch. C. Mayr, ing. P. Mayr; committente: Rettoria di S. Francesco Saverio.
MAGGIO 2001


Analisi del degrado finalizzata al Progetto di restauro conservativo del campanile di S. Zeno ad Aldeno (Trento). Progettista incaricato: arch. L. Beltrami; consulenza: arch. V. Wolf Gerola.
APRILE – MAGGIO 2001


Analisi del degrado all’interno di un Programma di ricerca e studio propedeutico al Restauro monumentale del Palazzo Assessorile di Cles (Trento). Progettista incaricato del progetto: arch. V. Wolf Gerola; collaboratori: Stefano Giorgetti, Claudia Prada, dott.ssa Emanuela Schir; committente: Comune di Cles.
MAGGIO 1998 – GENNAIO 1999


Collaborazione al progetto di Restauro conservativo della Chiesa Parrocchiale di Ossana (TN) in Val di Sole, redatto dall’arch.  Daniela Bezzi – Lavis, per lo studio relativo all’ “Analisi del degrado delle murature e degli intonaci”.
MARZO – APRILE 1996