Home

Giorgia GentiliniGiorgia Gentilini (1968) è nata a Trento. Si è laureata a Venezia presso IUAV – Istituto Universitario di Architettura di Venezia IUAV nel 1995 con una tesi in Tutela e recupero del patrimonio storico architettonico dal titolo “Sperimentazione di una procedura di conoscenza analitica: il caso studio del castello di Kőnigsberg all’interno del sistema fortificato del Piano Rotaliano e del Trentino” conseguendo la votazione finale di 110/110.
Dallo stesso anno è iscritta all’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Trento.
Dal 1997 lavora a Trento come libero professionista. Si occupa di progettazione architettonica, Direzione Lavori e Sicurezza prevalentemente nel campo del restauro architettonico e della progettazione di interventi sul costruito. Lo studio si è specializzato in progetti e cantieri di restauro architettonico, recupero e conservazione di edifici sia pubblici che privati, con particolare attenzione all’analisi del costruito e allo studio degli edifici storici (archeologia dell’architettura, analisi del degrado dei materiali,…). Dal 1998 segue anche la sicurezza nei cantieri, sia in fase di progettazione che in fase di esecuzione. Segue attività di allestimenti permanenti in edifici storici e mostre temporanee.
Lo studio è composto dall’architetto titolare e da un collaboratore, ing. Giulia Cristofoletti. Lavori di particolare importanza ed impegno vengono affrontati con collaborazioni di altri colleghi e disegnatori con il metodo della “progettazione integrale e coordinata” consistente nel lavoro di equipe con tecnici specializzati nei diversi settori di progettazione.
Segue costantemente dal 1997 corsi di aggiornamento in materia di lavori pubblici e di sicurezza nei cantieri, convegni e seminari in materia di Beni Culturali e Restauro.
Dal 2008 al 2010 ha partecipato come membro nella Commissione Edilizia Comunale del Comune di Trento; dal 2015 a marzo 2017 è stata membro della Commissione Edilizia Comunale del Comune di Segonzano.
Dal 2009 è membro della Commissione Parcelle – area tecnico amministrativa dell’Ordine degli Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Trento; dal 2015 anche membro effettivo del Consiglio di Disciplina dell’Ordine degli Architetti PPC di Trento.
Dal 1997 è “Cultore della Materia” nell’Area Disciplinare 3^ TEORIE E TECNICHE PER IL RESTAURO DELL’ARCHITETTURA. Dal 2001 al 2007 ha collaborato con l’Università IUAV di Venezia nel corso di Restauro svolgendo attività didattica; nel 2005 ha collaborato con il Corso di Conservazione, recupero e ristrutturazione degli edifici, presso il Corso di Laurea LS Ingegneria Edile – Architettura di Trento; dal 2006 collabora con l’Università di Trento Dipartimento Lettere e Filosofia svolgendo attività di supporto alla Didattica per il Corso di Archeologia Medievale (docente prof.ssa E. Possenti) seguendo anche tesi come correlatore.
Ha contribuito all’attività scientifica con alcune pubblicazioni sui temi della conoscenza dell’architettura storica, castellana in particolare. Partecipa a convegni e seminari.
Dal 1996 è responsabile dell’associazione culturale RFA RICERCHE FORTIFICAZIONI ALTOMEDIEVALI – sezione Trentino, organizzando convegni, seminari, workshop e corsi di aggiornamento professionale sul tema della conoscenza materiale, del restauro e dei cantieri di restauro.
Dal 1998 è socio dell’Istituto Italiano dei Castelli Onlus, dal 2005 è membro del Consiglio Scientifico e dal gennaio 2017 è presidente della sezione Trentino Alto-Adige.
Da marzo 2017 coordina l’attività di ricerca, recupero e valorizzazione dei castelli in Daghestan, accordo di collaborazione sottoscritto l’11 marzo 2017 dalla Repubblica del Daghestan e l’Istituto Italiano dei Castelli.
Da settembre 2016 è membro nel Consiglio Direttivo del G.A.L. Gruppo di Azione Locale Trentino Centrale delegato di RFA in rappresentanza delle associazioni socio-culturali della Comunità della Rotaliana-Königsberg. Da novembre 2016 è socio ordinario dell’Associazione Scienza e Beni Culturali.

 

 

Giorgia Gentilini was born in Trento in 1968. She graduated in Architecture at IUAV – Istituto Universitario di Architettura di Venezia – in 1995, discussing a thesis in Preservation and Restoration of the historic heritage entitled “Experimentation of an analytical knowledge procedure: the case study of Kőnigsberg’s Castle in the Piano Rotaliano and Trentino fortification system”, with the final grade of 110/110.
She has been a member of the “Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Trento” (the Italian Architects’ Association of Trento) since 1995, and began her career as a freelance professional in 1997. Her field of action encompasses architectonic design, construction works supervision and construction site safety mainly in the preservation and restoration fields. The professional studio is specialized in restoration and preservation projects and construction site management, both for private and public buildings, with a particular focus on historical buildings analysis (Archeology of Architecture, morphologic-stratigraphic analysis of elevations, material degradation assessment…). Since 1998 she has taken care of construction site safety, for both planning and work execution. Her activity also involves the designing of permanent and temporary installations and exhibit set-ups in historical buildings.
The professional study is composed by the owner and a coworker, ing. Giulia Cristofoletti. For particularly important and complex works the study follows the “integrated and coordinated project” method, which consists in the cooperation with one or more external experts (colleagues, draftsmen…), each of them specialized in different branches of the project development.
Since 1997 she’s been regularly attending refreshing courses regarding public works and worksite safety, as well as conferences and workshops on cultural heritage and restoration.
From 2008 to 2010 she was involved as a regular member of the “Commissione Edilizia Comunale del Comune di Trento” (the communal building commission of Trento), and from 2015 to March 2017 she was a member of the “Commissione Edilizia Comunale del Comune di Segonzano”. Since 2009 she’s been a member of the “Commissione Parcelle – Area Tecnico Amministrativa dell’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti, e Conservatori della Provincia di Trento”, and since 2015 she’s also been a member of the “Consiglio di Disciplina dell’Ordine degli Architetti PPC di Trento”.
Since 1997 she’s been “Cultore della Materia” regarding the third Discipline Area THEORY AND TECHNIQUES FOR ARCHITECTURE RESTORATION.  From 2001 to 2007 she collaborated with the IUAV University of Venice carrying out didactic work for the Restoration course; in 2005 she collaborated with the Course of Conservation, Preservation and Restoration of buildings at the University of Trento – Master Degree in Building Engineering and Architecture. She’s also collaborating with the University of Trento – Department of Human Studies and Philosophy, supporting didactic work (with prof. E. Possenti) at the course of Medieval Archeology, while also being an assistant supervisor with students’ thesis.
She has also taken part in the Scientific Community activities with several published works regarding historical architectural buildings, with a focus on castles. She actively participates in conferences and workshops.
Since 1996 she’s been actively working for the Cultural Association of RFA RICERCHE FORTIFICAZIONI ALTOMEDIEVALI – SEZIONE TRENTINO, organizing conferences, workshops and refreshing courses on the topic of material knowledge, restoration and restoration construction sites.
Since 1998 she has been a member of the Istituto Italiano dei Castelli Onlus (Italian Institute of Castles), since 2005 she has been a member of the Scientific Council, and since January 2017 she has been the  president of the Trentino-Alto Adige Section.
Since March 2017 she has coordinated the activities for the research, restoration and development of castles in Daghestan, a collaboration agreement signed by the Republic of Daghestan and the Istituto Italiano dei Castelli (Italian Institute of Castles).
Since September 2016 she has also been  a member of the Head Council of G.A.L. (Gruppo di Azione Locale) Trentino Centrale, a delegate of RFA representing the Cultural Associations active in the Piana Rotaliana-Königsberg’s Community. Since November 2016 she has also been an ordinary member of the Science and Cultural Heritage Association.